lunedì 22 ottobre 2012

Firenze: nel parco delle Cascine i'ddegràdo e l'insihurézza la fanno da padroni






Firenze. Nell'ottobre 2012 continua il crackdown sulla politica e sui mass media "occidentalisti" iniziato da circa diciotto mesi. Il suo principale autore è il peggior nemico che l'"occidentalismo" abbia mai avuto, ed ha il nome corrente di principio di realtà.

In pochi anni il principio di realtà ha tolto di mezzo la E-Polis, chiuso "Il Nuovo Corriere di Firenze", chiuso "Il Giornale della Toscana", e messa in condizione di non nuocere Radio Studio 54. L'occidentalame fiorentino ha visto drasticamente diminuire i canali a disposizione per la diffusione di propaganda ed è verosimile ritenere che l'elettorato passivo che ogni giorno per anni e anni ha prodotto decine di comunicati stampa sull'insihurézza e su i'ddegràdo, affidandone la pubblicazione alle gazzettine amiche prima di andare a divertirsi al ristorante, debba ora affrontare redazioni meno compiacenti (anche solo perché intasate da materiale di questo genere) e in qualche caso fare addirittura la fila.

I motivi per una buona giornata non mancano, ed un pomeriggio nel più esteso parco cittadino (Le Cascine, in riva all'Arno ad ovest della città) reso ancora più piacevole dal clima poco autunnale può servire come occasione per confutare ancora una volta la propaganda "occidentalista".
Le immagini qui allegate mostrano dunque le condizioni d'i'ddegràdo e dell'insihurézza in cui si trova il parco delle Cascine.
Sul Prato del Quercione della foto in alto, che oltre un secolo fa ospitò le prime pallonate dei pallonieri di Firenze, si gioca a cricket.
Il fiume è pieno di aironi.
I boschi sono pieni di funghi.
E il parco è pieno di visitatori.
Che indossano magliette come quella qui riprodotta.


1 commento:

  1. La chiusura di un giornale, in Italia,
    è sempre una buona notizia

    RispondiElimina